annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Quando la mela cade lontano dall'albero

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Quando la mela cade lontano dall'albero

    Il padre e la madre divorziano malamente. Nessuno dei due parla male dell'altro, hanno troppi soldi per scadere in questo genere di cose, ma sotto sotto sono entrambi consumati da un odio ardente l'uno per l'altro. I figli vanno alla madre, tutti e tre. Almeno all'inizio, perché poi la figlia maggiore preferisce stare col padre e le sue evanescenti e discutibili compagne del momento piuttosto che con la madre e il suo compagno che la importuna e dà chiari segni di squilibrio mentale aggirandosi per casa armato per il timore di venir rapinato e ucciso. La ragazza sceglie una soluzione che non risolve il problema, che le lascia delle perplessità perché la sorellina piccola è ancora troppo piccola per suscitare le attenzioni del compagno della madre, ma ogni tanto le telefona da sotto il letto perché è impaurita da quell'uomo che si aggira per casa brandendo un coltello, pronto ad affrontare dei nemici che sono solo nella sua mente. La ragazza si domanda dove sia il confine tra egoismo e salvaguardia di sé nella sua scelta di andarsene da quella casa per sottrarsi alle grinfie di quell'uomo e il senso di colpa per non poter confortare la sorellina con la propria presenza. La ragazza si pone dei dubbi, è combattuta, ha desiderio di giustizia, pensa ai suoi fratelli. Prova tutta una serie di sentimenti che non sa con chi condividere all'interno di una famiglia in cui nessun altro sembra accorgersi di cosa sta succedendo, o coscientemente lo nega. Come la madre, che invece che alle parole della figlia sconvolta preferisce credere a quelle del compagno che le dice che non è vero che ha importunato sua figlia, e intanto gira per casa col coltello tra i denti come John Rambo. Anche il fatto che la figlia se ne vada da casa sua non le dice nulla.

  • #2
    Re: Quando la mela cade lontano dall'albero

    Come non dice nulla al padre, che la accoglie nel suo tourbillon di giovanotte di passaggio senza domandarsi troppo perché la figlia preferisce lui alla madre, limitandosi a gongolare dell'irritazione che questo provoca all'ex consorte. Nemmeno la ragazza ci tiene a far sapere al padre il vero motivo della sua scelta, non vuole buttare benzina sul fuoco che divampa tra i suoi genitori. Sempre per il bene dei fratelli minori. Però, intanto, attende di diventare maggiorenne per poter denunciare autonomamente il compagno della madre. La situazione, invece, si risolve spontaneamente quando quest'ultimo crepa all'improvviso in circostanze mai chiarite - che tutto sommato in parte fanno quasi pensare che le sue paranoie potessero avere un minimo fondamento, o che la vita è fatta di coincidenze singolari. A questo punto la ragazza è libera, e può finalmente rendersi conto di quanto lontana è andata a cadere dal suo albero-famiglia. Può interrogarsi su cosa vuole per sé, oltre a preoccuparsi delle proprie incombenze in quanto unica persona sensata in un nucleo di pazzi di cui fanno parte anche due bambini. Può rendersi conto che a volte cadere lontano dall'albero è una cosa buona, che nel suo caso ha fatto di lei una pecora bianca in mezzo a un gregge di bestie nere.

    Commenta


    • #3
      Re: Quando la mela cade lontano dall'albero

      che situazione allucinante!

      io francamente non capisco come si possa mettere in secondo piano i figli a favore dei nuovi compagni, soprattutto con cotali nuovi compagni
      ** relax, take it easy**

      Commenta


      • #4
        Re: Quando la mela cade lontano dall'albero

        mmmm

        a volte la realtà è più sorprendente della fantasia ... ma questa mi sembra più la trama di un romanzo che un fatto
        La vita è quello che capita.
        Lascia che capiti!

        Commenta


        • #5
          Re: Quando la mela cade lontano dall'albero

          Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
          mmmm

          a volte la realtà è più sorprendente della fantasia ... ma questa mi sembra più la trama di un romanzo che un fatto
          Anche che fosse, lo stesso si può dire di qualsiasi cosa venga scritta qui. Fa differenza? Voglio dire, se raccontassi di essere stato su Marte, probabilmente una differenza lo farebbe. Ma una storia possibile, ha importanza se è vera o meno?

          In ogni caso, a giorni ci sarà la commemorazione del defunto - motivo per cui mi è tornata in mente la storia. Puoi partecipare al rito e domandare ai presenti.

          Commenta


          • #6
            Re: Quando la mela cade lontano dall'albero

            Originariamente inviato da PatrickJane Visualizza il messaggio
            . Fa differenza? .....
            e domandare ai presenti.
            non avrei alcuna ragione di andare a verificare, come non ho alcuna ragione per dubitare di quello che dici.

            fa differenza? non più di tanto, come non fa differenza il mio esprimere l'opinione che pare una trama... o no?
            La vita è quello che capita.
            Lascia che capiti!

            Commenta


            • #7
              Re: Quando la mela cade lontano dall'albero

              Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
              non avrei alcuna ragione di andare a verificare, come non ho alcuna ragione per dubitare di quello che dici.

              fa differenza? non più di tanto, come non fa differenza il mio esprimere l'opinione che pare una trama... o no?
              Io credo non faccia differenza raccontare un fatto vero o verosimile (anche solo modificando alcuni dettagli per non ledere la privacy di chi lo ha vissuto, per esempio) perché l'importante è non modificarne il contenuto fondamentale.

              Invece fa differenza dire "bella storia, ma secondo me è inventata", perché fa passare la voglia di intervenire (e, tra parentesi, è un espressione di dubbio a tutti gli effetti).

              Commenta


              • #8
                Re: Quando la mela cade lontano dall'albero

                Originariamente inviato da PatrickJane Visualizza il messaggio
                , tra parentesi, è un espressione di dubbio a tutti gli effetti).
                perdonami
                ma un uomo che esprime i sentimenti provati da una ragazza, quasi come fossero provati in prima persona
                il dubbio lo innesca proprio di suo.

                in ogni caso, se anziché rispondere facendo trapelare un certo risentimento, fossero serenamente stati aggiunti altri aspetti o altri particolari
                si sarebbero date tutte le opportunità per procedere col discorso.

                no perché ...voglio dire:
                si pretenderebbe forse che io non possa esprimere la mia opinione (che a me sembra una trama) rimproverandomi del fatto che
                esprimendomi così posso insinuare il dubbio?
                La vita è quello che capita.
                Lascia che capiti!

                Commenta


                • #9
                  Re: Quando la mela cade lontano dall'albero

                  Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
                  perdonami
                  ma un uomo che esprime i sentimenti provati da una ragazza, quasi come fossero provati in prima persona
                  il dubbio lo innesca proprio di suo.

                  in ogni caso, se anziché rispondere facendo trapelare un certo risentimento, fossero serenamente stati aggiunti altri aspetti o altri particolari
                  si sarebbero date tutte le opportunità per procedere col discorso.

                  no perché ...voglio dire:
                  si pretenderebbe forse che io non possa esprimere la mia opinione (che a me sembra una trama) rimproverandomi del fatto che
                  esprimendomi così posso insinuare il dubbio?
                  Le persone parlano, e raccontano le proprie storie. Che comprendono anche i sentimenti provati. Se io li riporto, non vedo cosa ci sia di così stupefacente da innescare (come se si trattasse di un ordigno pronto a esplodere) dei dubbi.

                  Nessun risentimento da parte mia, puoi evidenziarmi da dove trapela?

                  Un'altra domanda, che poi è collegata alla precedente: dove mai avrei preteso di vietare a qualcuno di scrivere qualcosa? Non ho mai scritto che tu non puoi esprimere i tuoi dubbi, ho solo detto che non hanno fondamento. E l'ho fatto contestualizzando accuratamente la cosa, per esempio dicendo che probabilmente alcuni particolari non rilevanti sono stati modificati per ovvi motivi. Quello che ti ho detto (implicitamente) di non scrivere sono alcune piccole bugie, come il fatto che inizialmente, dopo averlo fatto hai sostenuto di non aver insinuato dubbi, e il fatto che questo non è ininfluente al pari del fatto che la storia sia o meno al 100% vera.

                  Commenta


                  • #10
                    Re: Quando la mela cade lontano dall'albero

                    Altre due parole sul risentimento: il mio intento (forse non sufficientemente esplicito) era quello di aprire una discussione in controtendenza, in cui dal marcio venisse fuori qualcosa di buono, e non viceversa in cui anche nel poco di buono che ci circonda si trovasse del marcio subito sotto alla superficie. Intento fallito, per ora, anche grazie al tuo evitare l'argomento proposto per esporre la tua opinione fuori tema in merito alla veridicità dei fatti esposti. Fuori tema che, secondo me, vale la pena di approfondire comunque, proprio perché questa è una sezione di chiacchiere. Se questa mia disponibilità è risentimento, allora me ne scuso.

                    Commenta


                    • #11
                      Re: Quando la mela cade lontano dall'albero

                      Originariamente inviato da PatrickJane Visualizza il messaggio
                      grazie al tuo evitare l'argomento proposto.
                      il risentimento è evidenziato dal piccarsi a voler tenere il punto e a voler dare colpe in giro come qui sopra
                      e anche nel riportare cose errate tipo:
                      Originariamente inviato da PatrickJane
                      hai sostenuto di non aver insinuato dubbi,
                      poiché nella migliore delle ipotesi
                      ritengo che tu non abbia colto il significato reale delle frasi scritte.
                      Non ho mai sostenuto di non aver espresso o insinuato dubbi, ho solo detto che i dubbi da me espressi nascono spontanei in quanto insiti
                      nel racconto stesso.

                      In ogni caso al post numero 6 poteva essere conclusa la deviazione avendo concordato che dubbi o meno non cambiano la sostanza dell'argomento.
                      Dove voglia o non voglia arrivare l'argomento non lo so io, non posso quindi portarlo avanti io,
                      per questo non accetto l'attribuzione di responsabilità sul suo deragliamento, deragliamento che poteva essere evitato semplicemente evitando
                      di piccarsi orgogliosamente a tenere il punto e procedendo invece sul tema.

                      Io capisco che la mia uscita abbia provocato irritazione, me ne dispiace e non era cosa voluta,
                      sul deragliamento dell'argomento mi spiace ma se si vogliono sparare responsabilità così non si può pretendere di non avere replica.
                      La vita è quello che capita.
                      Lascia che capiti!

                      Commenta


                      • #12
                        Re: Quando la mela cade lontano dall'albero

                        Possibile abbiate sempre da cozzare voi due???? :slap:
                        Se al principio non mi trovi insisti,
                        se non sono in un posto, cerca in un altro,
                        io mi fermo da qualche parte ad aspettarti.

                        Commenta


                        • #13
                          Re: Quando la mela cade lontano dall'albero

                          Originariamente inviato da sonic Visualizza il messaggio
                          Possibile abbiate sempre da cozzare voi due???? :slap:
                          no no ... prima volta che scozziamo io e patrick ... e non succederà più ... fino alla prossima volta giurin giurello
                          La vita è quello che capita.
                          Lascia che capiti!

                          Commenta


                          • #14
                            Re: Quando la mela cade lontano dall'albero

                            Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
                            no no ... prima volta che scozziamo io e patrick ... e non succederà più ... fino alla prossima volta giurin giurello
                            E io ve meno entrambi.... giurin giurello! :rules:
                            Se al principio non mi trovi insisti,
                            se non sono in un posto, cerca in un altro,
                            io mi fermo da qualche parte ad aspettarti.

                            Commenta


                            • #15
                              Re: Quando la mela cade lontano dall'albero

                              Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
                              il risentimento è evidenziato dal piccarsi a voler tenere il punto e a voler dare colpe in giro come qui sopra
                              Non mi sto piccando, perché continui a scrivere questo? Sono l'unico che ha la sensazione di stare rispondendo tranquillamente? In ogni caso, la citazione è sbagliata per diversi motivi. Se mi dici che mi sono piccato, e io ti chiedo dove, ovviamente intendo in precedenza a quanto da te scritto, non in un post successivo. O devo pensare che vedi nel futuro?

                              Battuta a parte, il problema non è nemmeno questo. Ho detto che la discussione è andata fuori tema anche grazie al tuo evitare di rispondere. Quell'"anche" è importante, perché significa che non sei stato tu da solo. E chi altri può essere stato oltre a te se non chi ti risponde? Cioè io. Se mai si trattasse di un attribuzione di colpa, altrettanta della colpa che attribuirei a te l'attribuirei pure a me stesso. Ma io non mi sento colpevole, tanto che ho detto chiaramente che mi va bene continuare su questa strada anche se non era il tema iniziale della discussione.

                              Originariamente inviato da dingoman Visualizza il messaggio
                              e anche nel riportare cose errate tipo:
                              poiché nella migliore delle ipotesi
                              ritengo che tu non abbia colto il significato reale delle frasi scritte.
                              Non ho mai sostenuto di non aver espresso o insinuato dubbi, ho solo detto che i dubbi da me espressi nascono spontanei in quanto insiti
                              nel racconto stesso.
                              Hai ragione, hai detto di non aver motivo di dubitare, non di non aver espresso dubbi. Fa una differenza fondamentale, visto che poi i dubbi sostieni di averli espressi perché dici qui sopra che "i dubbi da me espressi" ecc ecc. Quindi li hai espressi, anche se in un altro post hai detto "non ho alcuna ragione per dubitare di quello che dici". Ma perché esprimi dubbi se non ritieni di avere motivo di farlo? Perché i dubbi da te espressi sono insiti nel racconto stesso. Che, permettimi di dirlo, non significa nulla.

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X