annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Tasse sul e-commercio.

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Tasse sul e-commercio.

    Non ho capito bene questa nuova tasse sul e-commercio.
    Può vendere attraverso internet,solo chi ha una partita iva...è vero?
    Prendiamo come esempio e-bay...dove tutto il mondo vende l'usato e anche il nuovo.
    C'è chi ha un suo "negozio" all'interno del sito.
    Tutti si devono aprire una partita IVA allora....è vero?

    Che scienziato è colui che ha scritta quella legge.... un giovane vampiro di soldi,ma non sa dove andarli a prendere.....prossim a tappa quale sarà,per procurarsi qualche soldino?

    Un multa se non porti un cappello a punta?
    Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

  • #2
    Re: Tasse sul e-commercio.

    solo un genio potrebbe scrivere una legge simile!

    piuttosto battiamoci per introdurre una fiscalità europea
    ma non lo faranno mai
    ** relax, take it easy**

    Commenta


    • #3
      Re: Tasse sul e-commercio.

      La norma che prevedeva per le società estere di e-comemrce l'obbligo di partita iva italiana è stata rimossa dalla legge di stabilità stanotte.

      Peraltro sarebbe stata inapplicabile e illegittima in quanto contraria alla normativa del libero mercato UE oltrechè del tutto inefficace, e se fosse risultata una barriera all'ingresso per chi compra ( con aumenti prezzo o che altro ) sarebbe stata anche illegittima costituzionalmente a mio avviso.

      E sarebbe stata cassata dalla competente commissione UE con procedura di infrazione e conseguente MULTA ( che pagavamo noi ) altro che gettito in più. Se le commissioni del govermo sono composte da dilettanti è bene che vadano a casa, menomale che qualcuno se ne è accorto e ha tappato la falla.
      Possiamo soltanto decidere cosa fare con il tempo che ci viene concesso

      Commenta


      • #4
        Re: Tasse sul e-commercio.

        Il problema è di ben più amplio respiro, se sorgono esigenze "protezionistich e" tappabuchi che son rimedi peggiori del male.

        Il male è che oramai in ambito e-commerce conviene spesso comperare all'estero, specie per contenuti digitali, ma anche non, laddove la spedizione sia a basso costo piuttosto che nel nostro paese, grazie alla elevatissima tassazione che abbiamo qui per cui è IMPOSSIBILE per legge per una azienda italiana fare concorrena a quelle estere ma comunque UE.

        E siccome per i trattati internazionali ci deve essere il libero mercato intracomunitario la discrasia che si è formata è una anomalia che non doveva esistere con la moneta unica e i parametri europei di sviluppo, una discrasia che fa sì che si debba comprare e spostare le imprese all'estero, e certo il rimedio non è imporre barriere protezionistiche (illegali) ma cercare di colmare questo divario in modo che i mercati si riallineino, per la qual cosa servono profonde riforme strutturali.
        Possiamo soltanto decidere cosa fare con il tempo che ci viene concesso

        Commenta


        • #5
          Re: Tasse sul e-commercio.

          Grazie per le spiegazioni...posso ancora vendere su ebay o altri siti simili,gli indumenti usati allora.
          Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

          Commenta

          Sto operando...
          X