annuncio

Comprimi

Regolamento

I PRINCIPI

Il forum di Sanihelp.it è un punto di incontro e confronto, un forum libero, privo di ogni censura preventiva. Questo forum è una comunità di aiuto e supporto reciproco in cui ognuno contribuisce cercando di essere d'aiuto e portando il proprio punto di vista riguardo i diversi temi trattati.

Nel forum ciascuno è libero di esprimere la sua opinione, mantenendo però un atteggiamento di educato rispetto nei confronti delle idee diverse. Il forum è uno spazio civile e gradevole: gli utenti non devono essere intolleranti e aggressivi, ma propositivi e disponibili, moderando il proprio linguaggio e consentendo così di ridurre al minimo l'attività di moderazione.

Lo staff di Sanihelp.it si riserva il diritto di eliminare l'iscrizione al forum, di cancellare discussioni e messaggi senza alcun preavviso.


GLI UTENTI
Gli utenti sono suddivisi in quattro categorie.

- Amministratore:
gestisce il forum in tutte le sue parti, appartiene allo staff di sanihelp.it
- Moderatore:
è un utente che ha il compito di agevolare la vita all'interno del forum, è un punto di riferimento e un valido aiuto per tutti gli utenti.
- Sani All:
gli utenti del forum.
- Utenti Bannati:
un utente bannato può accedere al forum ma non parteciparvi. Si è bannati se non si rispetta il regolamento, il ban può essere imposto per un periodo di tempo limitato o per sempre. Nei casi più gravi può essere bannato anche l'indirizzo IP.

Utenti e reputazione
Ogni 365 giorni di permanenza sul forum si guadagnano 10 punti.
Ogni 10.000 messaggi e 1.000 punti reputazione si guadagna un punto di potenza nell'assegnazione della reputazione ad altri utenti.
Un utente per poter assegnare reputazione deve avere almeno 15 punti e aver scritto 30 messaggi.
In 24 ore si possono assegnare solo 20 punti.
Prima di poter assegnare la reputazione allo stesso utente è necessario assegnarla a 15 utenti differenti.
Reputazione e i commenti non sono anonimi

NICKNAME e FIRMA
Dato l'alto numero di utenti iscritti al forum, tutti i nomi più comuni sono già presenti.
Consigliamo di scegliere un nome particolare che contenga dei numeri e che non contenga trattini, simboli o caratteri speciali.
Per tutelare la privacy personale suggeriamo inoltre di non utilizzare nome e cognome completi all'interno del nickname.

Il nickname e la firma non devono contenere testi offensivi o provocatori, non è inoltre possibile utilizzare come nickname un nome attribuibile a una professione medica se non si è un professionista collaboratore della redazione di Sanihelp.it (es: psicologo, dottore, urologo).
Se si desidera cambiare il nickname è possibile farlo inviando un messaggio privato all'amministrazione (Evoh).

La frase è modificabile autonomamente dal pannello di controllo personale.
Nel caso in cui venga inserito un contenuto non idoneo i moderatori provvederanno ad avvisare l'utente con un messaggio personale.
Se dopo la richiesta di modifica la frase resta invariata, i moderatori sono autorizzati a cancellarla.
Se si dovessero inserire nuovamente contenuti offensivi nella frase, verrà assegnato un ban di almeno 3 giorni.


LEGGI DELLO STATO E INTERNET

Per non incorrere in spiacevoli conseguenze, ricordiamo agli utenti che su questo forum vigono tutte le leggi dello Stato italiano.
Ogni utente è responsabile dei contenuti che pubblica e tutti, utenti, moderatori e amministratori, possono rivolgersi alla Polizia per far rispettare la legge o per tutelarsi.
Tafferugli verbali, consigli e provocazioni non sono considerati reati, i reati sono cose ben più gravi che la coscienza di ciascuno riesce facilmente a identificare.
Vi ricordiamo inoltre che, come cita la locuzione latina: Verba volant, scripta manent.


REGOLE GENERALI

1. Non è permesso pubblicare:
- indirizzi email
- numeri telefonici
- il contenuto di email private e messaggi privati (MP) anche se si è in possesso dell'autorizzazione del mittente
- pubblicare messaggi pubblicitari o link

2. I moderatori hanno il compito di animare e moderare le discussioni e di controllare che nessuno violi il regolamento del forum.
I moderatori potranno ammonire, avvertire, bannare gli utenti che non rispetteranno il regolamento ed editare, spostare, chiudere e cancellare una discussione o un post.

3. Chiunque abbia un comportamento in contrasto con il regolamento del forum potrà veder cancellati i propri interventi ed essere bannato da esso, fino all'esclusione permanente nei casi più gravi. L'esclusione permanente è da intendersi estesa anche a eventuali alias.

4. Gli argomenti dei post inseriti in una discussione devono essere inerenti al tema deciso dall'autore delle discussione. I moderatori possono cancellare o spostare in un altro forum gli interventi che saranno giudicati fuori tema (OT).

5. Un utente che si ritenga ingiustamente sanzionato ha facoltà di chiedere chiarimenti via messaggio privato o email. Nel caso questo non avvenga e vengano creati post e discussioni polemiche, saranno cancellate.

6. Il moderatore NON cancella o corregge discussioni o post su richiesta.

7. Saranno bannati gli utenti promotori di pedofilia e violenza e chiunque faccia apologia di reato. Varrà bannato inoltre chi diffonde dati e informazioni strettamente personali di un'altro utente senza il suo consenso.

8. Sono da escludere gli avatar che rientrino nelle limitazioni del regolamento e con esplicite immagini pornografiche o di anatomia intima.

9. L'autore del post è pienamente responsabile per i contenuti riportati: diffamazioni o violazioni di copyright.

10. Non è possibile per gli utenti effettuare pubblicità all’interno del forum. I post contenenti messaggi pubblicitari verranno cancellati e segnalati come Spam.

11. L'autore di ogni post ha la possibilità di editarlo entro 10 minuti dall'invio. Verificate attentamente i vostri messaggi; passato il termine non sono più modificabili, questo al fine di garantire una coerenza con lo sviluppo degli argomenti.

12. Prima di aprire una discussione in un forum è bene assicurarsi che l'argomento non sia trattato in altre discussioni attualmente attive. Nel caso siano aperte discussioni doppie i moderatori possono decidere di chiuderle e indirizzare gli utenti a quelle già esistenti.

13. Il forum non è una chat, quindi gli utenti non devono intraprendere lunghi botta e risposta con un altro utente, soprattutto se si tratta di questioni personali. Per le conversazioni private devono essere usati i mp o, nel caso di chiacchiere di gruppo, l’apposita sezione “4 chiacchiere”.


COME SCRIVERE SUL FORUM

Il titolo
Il titolo della discussione contiene il tema del messaggio. Deve essere sintetico ma non generico e soprattutto deve essere scritto in italiano corretto, senza abbreviazioni, lettere ripetute o maiuscole dove non necessarie.
Sono da evitare titoli come “Richiesta d’aiuto” o “Problema”.

esempio Titolo:
Cerco ortopedico - piede rotto (giusto)
AAAAAAAAAAAAIIIIIIII IIIUUUUUUUUUUUTTo! (sbagliato)

L'autore del primo post della discussione da l'indirizzo tematico della discussione.
Più il titolo sarà pertinente più la discussione sarà letta da tutti gli utenti del forum.
I moderatori potranno a loro discrezione modificare i titoli ritenuti non idonei.

Il contenuto delle discussioni
Aprire una nuova discussione significa voler condividere con gli altri utenti un problema di salute, chiedere un consiglio o confrontarsi su di un'idea o un'argomento.
Se un utente apre un thread solo per propagandare un'idea, sarà invitato al confronto. Se dopo un primo invito il post non sarà aperto anche alle opinioni degli altri utenti, i moderatori chiuderanno la discussione.

Il contenuto dei post

Gli utenti sono invitati a non scrivere in maiuscolo dove non necessario, poiché il maiuscolo indica che si sta urlando.
All'interno dei messaggi possono essere inserite le Emoticons. Il loro impiego nei topic è affidato al buon senso degli utenti, è consigliabile tuttavia non eccedere nel loro utilizzo.
Il linguaggio all'interno dei post deve essere cortese e rispettoso delle diverse opinioni degli altri utenti.
Nel caso in cui un post contenga linguaggio non adatto alla sezione in cui è contenuto o abbia un contenuto volutamente provocatorio, (atto a far degenerare la discussione o far arrabbiare un utente) i moderatori provvederanno a modificarlo e avvertire l'utente.
Nel caso in cui l'utente persista nel mantenere un linguaggio offensivo o aggressivo dopo il primo avvertimento, riceverà un ban di almeno 3 giorni. Se questo comportamento continuasse anche allo scadere del ban, i moderatori decideranno se bannare nuovamente l'utente in maniera definitiva.
Chi schernisce pubblicamente gli utenti che chiedono aiuto o mette in dubbio la realtà dell'utente e/o della situazione descritta riceverà un'infrazione e in caso avvenga nuovamente un ban fino a 2 giorni.

Citazioni e aforismi
Se si riportano stralci di libri o articoli, citazioni o aforismi all'interno delle discussioni è sempre bene riportare l'autore.
Non è possibile aprire discussioni contenenti esclusivamente citazioni e aforismi, salvo previa autorizzazione via messaggio privato della moderazione.

Sondaggi

Gli utenti dovrebbero evitare di realizzare discussioni di sondaggio: per realizzare un sondaggio chiedere al moderatore della sezione di aprire un thread apposito. Quando si crea un sondaggio è bene motivare chiaramente i quesiti, in modo che non possano essere scambiate per pure provocazioni o scherzi.

Funzione Quote
Quotare un messaggio significa citarlo riportandone una parte. Quotare implica ripetere cose che probabilmente gli altri utenti hanno già letto, va fatto solo quando strettamente necessario. Non è necessario quotare interamente il post precedente al proprio se si intende commentarne solo una frase: è bene mantenere la frase in questione e cancellare il resto.

Come aprire una nuova sezione (forum o sub forum)
Per aprire una nuova sezione o un nuovo forum si deve proporre l'argomento all'amministratore e impegnarsi per farlo crescere.
Per proporre una sezione o un forum è necessario che ci siano almeno due utenti interessati e disposti ad animare e moderare la sezione.
Vedi: Come diventare moderatore?


I MODERATORI e L'AUTO-MODERAZIONE

La base su cui si fonda questo forum è l'auto-moderazione, ogni utente è quindi tenuto a rispettare e fare rispettare il regolamento del forum.
I moderatori sono solo un aiuto in più in caso di bisogno.

Come ci comporta con le violazione ai principi di questo forum e del regolamento?
1. si abbandona la discussione evitando di intervenire.
2. si segnala l'abuso con l'apposito strumento (triangolo con punto esclamativo)
3. la segnalazione appare nella sezione dedicata (visibile pubblicamente)
4. i moderatori leggono la segnalazione, rispondono spiegando come intendono agire e si comportano di conseguenza
5. una volta che il moderatore ha risposto non è possibile ribattere se non tramite messaggio privato.

Nel caso vi sia un utente particolarmente molesto, è possibile non visualizzare i suoi post inserendolo tra i propri utenti indesiderati.

In caso si voglia chiarire una particolare situazione con un utente o un moderatore si comunica con l’interessato tramite messaggio privato, NON attraverso discussioni pubbliche.

In caso di infrazioni al regolamento da parte dei moderatori, è possibile sollevare il problema con il moderatore stesso via messaggio privato. In caso non si giunga a una conclusione civile e si ritenga necessario segnalare il problema, è possibile contattare l'amministratore. (Evoh)
NON è possibile discutere pubblicamente delle dinamiche di moderazione del forum. Le discussioni pubbliche verranno eliminate.

ATTENZIONE:
1 - Lo strumento segnalazioni serve a porre in evidenza gravi infrazioni al regolamento
2 - Un messaggio OT non è considerabile una grave infrazione
3 - Non è concesso utilizzare le segnalazioni per provocare altri utenti, innescare polemiche o flames e infastidire intenzionalmente la moderazione.
4 - Le risposte non sono sindacabili pubblicamente. Se non si è d'accordo è possibile comunicare via mp con il moderatore che ha risposto alla segnalazione. Segnalazioni di segnalazioni o di ammonimenti non riceveranno risposta e saranno cancellate.

Non è possibile segnalare i MP. In caso di gravi attacchi personali effettuati tramite messaggio privato gli utenti possono scrivere direttamente all'amministratore del forum.

Chiunque utilizzi impropriamente lo strumento di segnalazione (come da punto 3) riceverà un primo avvertimento e, nel caso in cui dovesse continuare, potrà ricevere un ban della durata massima di 3 giorni.

Come diventare moderatore?
Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

Il compito dei moderatori è:
- animare le discussioni
- facilitare lo scambio di opinioni tutelando la pluralità dei punti di vista
- accogliere i nuovi arrivati
- far rispettare il regolamento

I moderatori:
- rispettano il regolamento (che vale per i moderatori esattamente come per gli utenti)
- sono liberi di esprimersi nei forum seguendo le stesse linee guida degli utenti (post cordiali, non aggressivi, no flames, no attacchi personali, non mettono in dubbio identità o realtà di un utente, ecc)
- NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum (solo gli utenti possono segnalare)
- possono moderare solo le sezioni loro assegnate



PRINCIPI E LINEE GUIDA DEL MODERATORE

Il caposaldo del regolamento è l'auto-moderazione.
L'intervento dei moderatori deve essere quindi, in ordine di priorità:

- Animare: aprire discussioni, accogliere i nuovi, facilitare lo scambio di opinioni (consentendo a tutti di esprimersi) e aiutare gli utenti a districarsi fra le regole del forum e gli strumenti (fratello maggiore)
- Mantenere la rotta: il moderatore deve far si che le discussioni siano sempre on topic, è lecito chiuderle se si esce fuori tema.
- Moderare: (... e far moderare) i toni
- Mantenere la forma: è importante come si scrive, come si fa un titolo, come si imposta una domanda.

I moderatori di sezione lavorano in squadra e tutte le decisioni devono essere condivise, tutte le discussioni tecniche o inerenti la moderazioni devono avvenire via MP o nella sezione del forum privata e dedicata esclusivamente ai moderatori. Il moderatore non deve mai discuterne pubblicamente.

Il moderatore deve animare e pacificare, quindi non deve essere MAI causare volontariamente problemi e dissidi con gli altri moderatori.
Nel caso in cui un moderatore attacchi pubblicamente un altro moderatore per il suo operato, sarà sospeso per una settimana.
Nel caso in cui un moderatore violi il regolamento e/o agisca contro l'interesse del forum e della moderazione, gli altri moderatori possono segnalarlo nel forum moderatori.
Alla terza segnalazione l'amministrazione risponderà entro 5 giorni alla segnalazione e potrà agire con un richiamo formale, con un ban o con la rimozione dall'incarico.

I moderatori dato l'importante ruolo che ricoprono per la comunità del forum devono essere:
- tolleranti
- disponibili
- leali
- imparziali
- punto di riferimento per gli utenti
- da esempio

Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

I moderatori devono rispettare il regolamento e sono liberi di esprimersi nei forum, ma NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum e devono moderare solo le sezioni loro assegnate.
Solo gli utenti possono segnalare, se un moderatore riscontra violazioni nella sezione di sua competenza non segnala ma agisce.
In caso un moderatore noti situazioni particolari in una sezione di un altro moderatore, deve limitarsi a segnalarla tramite messaggio privato.

Se un moderatore dovesse mancare dal forum per più di un mese senza aver comunicato la sua assenza in precedenza, verrà rimosso dal suo incarico.

Regolamento segnalazioni e ban
La sezione dove saranno postate le segnalazioni sarà leggibile a tutti.
Solo i moderatori potranno scrivere in risposta alla segnalazioni
Alla segnalazione di un utente risponde il moderatore della sezione interessato scrivendo come intende agire e motivando proprie decisioni. (può anche decidere di non fare nulla, ma va scritto!)
Nel caso si decidesse di bannare l'utente, verrà scritto direttamente in risposta alla segnalazione e sarà visibile a tutti.
Non saranno poi concesse repliche in risposta al moderatore. Se ci saranno domande/dubbi/problemi andranno gestiti tramite i mp.

Nel caso che la decisione di bannare l’utente derivi non da una segnalazione ma da un ragionamento fatto con altri moderatori, il moderatore deve notificare il ban con un post nel forum moderatori.
Quando si banna un utente è OBBLIGATORIO segnalare la motivazione.



CANCELLAZIONE
Se si desidera cancellare la propria utenza dal forum, è sufficiente inviare un messaggio privato all'amministratore del forum (attualmente Evoh) E una a mail a [email protected] utilizzando la mail d'iscrizione al forum e indicando il proprio nick e la volontà di essere cancellati.
Visualizza altro
Visualizza di meno

Rifiuto

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • zar2086
    ha risposto
    Re: Rifiuto

    Originariamente inviato da kennet Visualizza il messaggio
    Ma no tranquillo il tono era assolutamente auto-ironico (devo usare più faccine!), ci mancherebbe solo che ritenessi gli altri in obbligo di leggere tutto quello che scrivo/voglio.
    Senza contare che non hai torto, la discussione si stava un po' avvitando su se stessa, in sintesi si era ridotta ad un "per me e così" - "e invece per me è cosà", "si ma per me è davvero così" - "e per me è davvero cosà". Ma credo che tutti ormai avessero capito come la pensavamo.

    Lascia un commento:


  • kennet
    ha risposto
    Re: Rifiuto

    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
    Hai ragione. E davvero mi scuso, solitamente non mollo mai una discussione... anche per rispetto di chi scrive.
    Ma è un periodo in cui faccio fatica a seguire discussioni così impegnative. Non è detto che ci tornerò sopra tra un po', quando avrò più tempo ed energie mentali da spendere.
    In ogni caso il tuo contributo non è perduto. Altri magari hanno letto ed apprezzato i tuoi interventi.
    Ma no tranquillo il tono era assolutamente auto-ironico (devo usare più faccine!), ci mancherebbe solo che ritenessi gli altri in obbligo di leggere tutto quello che scrivo/voglio.
    Senza contare che non hai torto, la discussione si stava un po' avvitando su se stessa, in sintesi si era ridotta ad un "per me e così" - "e invece per me è cosà", "si ma per me è davvero così" - "e per me è davvero cosà". Ma credo che tutti ormai avessero capito come la pensavamo.

    Lascia un commento:


  • zar2086
    ha risposto
    Re: Rifiuto

    Originariamente inviato da kennet Visualizza il messaggio
    Nooo... dopo tutto lo sforzo mentale & fisico che mi sono costate?!? Se questa la scrivevi in coda al precedente treno di risposte, almeno mi risparmiavo la fatica...vabbè dai, per stavolta fa nulla, ma solo perchè sei tu!
    Hai ragione. E davvero mi scuso, solitamente non mollo mai una discussione... anche per rispetto di chi scrive.
    Ma è un periodo in cui faccio fatica a seguire discussioni così impegnative. Non è detto che ci tornerò sopra tra un po', quando avrò più tempo ed energie mentali da spendere.
    In ogni caso il tuo contributo non è perduto. Altri magari hanno letto ed apprezzato i tuoi interventi.

    Lascia un commento:


  • kennet
    ha risposto
    Re: Rifiuto

    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
    Confesso di non aver letto le tue ultime risposte. Sono certo che hai anche fatto osservazioni interessanti, ma a questo punto ho perso interesse nell'argomento. Abbiamo posizioni in parte diverse e in parte simili. Probabilmente sono entrambe valide, una volta definiti gli opportuni ambiti. Continuare a riscriverle rischia ormai di essere solo un esercizio retorico.
    Nooo... dopo tutto lo sforzo mentale & fisico che mi sono costate?!? Se questa la scrivevi in coda al precedente treno di risposte, almeno mi risparmiavo la fatica...vabbè dai, per stavolta fa nulla, ma solo perchè sei tu!

    Lascia un commento:


  • zar2086
    ha risposto
    Re: Rifiuto

    Confesso di non aver letto le tue ultime risposte. Sono certo che hai anche fatto osservazioni interessanti, ma a questo punto ho perso interesse nell'argomento. Abbiamo posizioni in parte diverse e in parte simili. Probabilmente sono entrambe valide, una volta definiti gli opportuni ambiti. Continuare a riscriverle rischia ormai di essere solo un esercizio retorico.

    Lascia un commento:


  • kennet
    ha risposto
    Re: Rifiuto

    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
    Non trovi il motivo semplicemente perché tu poni il contesto approccio come centrale di tutto il discorso quando non lo è. O meglio, non lo era ai nostri tempi nel senso che per ragazze il problema centrale era tutt'altro, e non lo è ora perché oggi l'approccio è diventato più facile per tutti.
    Oddio, se il discorso è dal mio punto di vista e verte sull'approccio, è chiaro che l'approccio sarà il centro del discorso e che non è che citando problematiche relative a problemi differenti ci sia una sorta di compensazione.

    Ad ogni modo, io credo che la ragione per la quale non trovo nessun motivo di uguaglianza è perchè c'è(ra) un'evidente asimmetria di partenza, nelle condizioni, pressioni e aspettative sociali, imposta dal contesto di quel periodo.
    Se non ho capito male, dal tuo punto di vista i pregiudizi (legati all'effettuare il primo passo) sono ugualmente invalidanti per i due generi perchè si tratta in sostanza di due differenti punti di vista dello stesso problema.
    Vero che si tratta di posizioni diverse, ma questa considerazione, non fa che confermare che di fatto le due questioni sono due problemi differenti; è come dire che scalare una montagna da un versante o dall'altro è sempre la stessa cosa. Provate a dirlo ad un qualsiasi alpinista.
    Magari i versanti non saranno sempre differenti come il Cerro Torre da un lato e l'Aconcagua dall'altro, e magari la montagna (leggi "problema") successiva avrà anche condizioni opposte, ma che in questa, un versante fosse più ripido e periglioso a me sembra evidente.

    Come ho già scritto in precedenza, sarebbero due punti di vista dello stesso problema in un dialogo fra ragazzi e ragazze abituati/e a scalare lo stesso versante, quindi probabilmente oggi il confronto è decisamente più facile. Ma se in generale si è(era) abituati a dividersi per convenzione sociale i lati della montagna, allora non ci sono punti di vista che tengono: si trattava a tutti gli effetti di problemi diversi.

    Lascia un commento:


  • kennet
    ha risposto
    Re: Rifiuto

    (segue)
    Se in altre sedi si dovesse parlare anche di altri aspetti dove le donne hanno decisamente più problemi, va benissimo, non ho preclusioni, se qualcuna per esempio se ne uscisse affermando che, all'interno di una coppia, il periodo della gravidanza-parto, fisicamente e psicologicamente è decisamente più duro per la donna, puoi giurarci che non ribatterei mai dicendo che è soggettivo, che è solo un fatto di percezione o che in compenso noi avevamo un po' più di guai con il primo passo, sottoscriverò ad occhi chiusi pur non potendo calarmi nel corpo e nella mente di una donna incinta.
    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
    (...) Ovviamente non ce l'ho con te e non ti accuso di nulla. Si sta solo parlando.
    Infatti non mi sono mai sentito accusato, al contrario ho scritto che per quanto vere le tue considerazioni sembravano fuori contesto, proprio perchè non mi sentivo parte in causa.

    Lascia un commento:


  • kennet
    ha risposto
    Re: Rifiuto

    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
    (...)
    Da quello che leggo mi sembra che tu semplifichi troppo la situazione della ragazza, come se per lei fosse tutto facile e si faccia solo dei gran problemi inutili, mentre per il ragazzo ci sono problemi reali o comunque molto più concreti. Io non credo affatto sia così, anche i ragazzi si fanno un sacco di menate inutili solo che essendoci dentro non possono capirlo, esattamente come le ragazze. I problemi sono analoghi, a volte speculari, a volte proprio gli stessi semplicemente riportati ai due sessi. Ma non è facile per nessuno. (...) come ho detto mi sembra che tu minimizzi i problemi che possono avere le ragazze (...) è bene sottolineare sempre che anche le ragazze hanno i loro bei guai.
    Mi sa proprio che le tue sensazioni stavolta sono proprio sbagliate, prima di tutto credo che si possa facilmente verificare che non ho mai affermato che le ragazze che non abbiano i loro problemi. Semmai è il contrario, ho ribadito più volte che nel relazionarsi di problemi ce ne sono in abbondanza per tutti, che quello del primo passo è solo uno dei primi e di sicuro nemmeno uno dei più grossi.
    In secondo luogo, non ho nemmeno mai scritto che per loro è tutto facile, nemmeno nel caso del primo passo, semmai che in quello specifico contesto per loro era più facile che per i maschi. Non è esattamente la stessa cosa.
    E poi, tu stesso scrivi che i problemi a volte sono speculari, a volte gli stessi, a volte analoghi (che significa simili, ma non uguali)...giusto, e io aggiungo: a volte complementari (come 5o%-50% ma anche 90%-10%), a volte completamente differenti e a volte decisamente asimmetrici.
    (continua)

    Lascia un commento:


  • kennet
    ha risposto
    Re: Rifiuto

    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
    Sono sempre problemi loro, quando non sono tuoi.
    Parole da scolpire nella roccia, senza dubbio.
    Quello che intendevo è che anche venissi a sapere che si era verificata una situazione simile non avrei il minimo rimpianto, le mie inettitudini e le loro conseguenze sono un carico già sufficientemente ingombrante per sobbarcarmi anche quelle altrui.
    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
    Con la tua testa sono facili, ma con la sua no. Per metterti davvero nei suoi panni devi cercare di ragionare con la sua testa e capire quali difficoltà ci siano per lei, non per te con il suo corpo e nella sua situazione.
    Non facili: semplici.
    Certo, non sempre una cosa semplice è anche facile da farsi, si può benissimo ipotizzare che lei avesse le sue difficoltà, che ne so, magari era timidissima (ma ne dubito), in quel caso la signorina, causa goffaggine avrebbe quindi potuto involontariamente fare di tutto per rendere una cosa già difficile anche complicata.
    Ma come detto: per come è stata raccontata, per come il suo atteggiamento sia stato così incredibilmente omologato e ultra-prevedibile e con ciliegina sulla torta, per il suo fenomenale commento semi-bisbigliato, secondo me la sua difficoltà più grossa è stata il fatto di essere abituata a non doverlo fare, ed eventualmente a "lanciare segnali" per scaricare di fatto su di lui il compito più rognoso.
    Mentalità generazionale.

    Lascia un commento:


  • kennet
    ha risposto
    Re: Rifiuto

    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
    (...)Ma per molti potrebbe essere un problema. Non lo è ovviamente nell'approccio che appunto risulta più semplice, ma lo è dopo per quelle che si pensa siano le aspettative.
    Questo è tutt'altro paio di maniche; ma sinceramente non capisco perchè il problema delle aspettative deluse dovrebbe essere risultato amplificato dal fatto che ad avvicinarsi fossero state le donne. Anzi, in questo senso secondo me le donne avrebbero semmai attenuato il problema, visto che essendo in genere più selettive probabilmente avrebbero avvicinato uno, solo dopo averlo studiato e valutato attentamente.
    I maschi invece spesso si avvicinavano senza pensarci troppo, sullo slancio del solo fattore estetico...quello si un gran bel modo per avere le aspettative deluse!
    P.S: Comunque, sarebbe stato troppo interessante fare l'esperimento e vedere quanti sarebbero davvero questi "molti", secondo me molti-molti-pochi.
    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
    Non è più questo il problema.
    Non per le generazioni più giovani, io infatti mi riferivo sempre alle mie coetanee, per molte di loro un problema (nel senso di tabù) lo era e mi sa che lo sarà per sempre. Certi pregiudizi, se perdurano poi non li levi più, si radicano e si trasformano in mentalità, o cultura.

    Lascia un commento:


  • kennet
    ha risposto
    Re: Rifiuto

    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
    Questo è appunto uscire dalla schema, dalla gabbia. E lo può fare anche il ragazzo che non ha successo negli approcci diretti. Se ti continuano a rimbalzare, perché continui a provarci? Spesso nello stesso modo?! Non provarci proprio, fai altro... iscriviti ad un corso di... pattini a rotelle, diveta un drago dello sputo di nocciolo di prugna
    Straconcordo, anch'io l'ho suggerito spesso, ma deve essere fatto con lo spirito giusto, molti lo fanno proprio con l'idea che in questo modo al 100% troveranno finalmente una ("ah, ma allora la soluzione era solo smettere di provarci che così vengono loro in automatico?!?!).
    Viatico giusto per un ennesimo fallimento.
    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
    (...)e verranno loro da te.
    ...appunto, come scrivevo appena sopra. Non è assolutamente automatico.
    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
    Lo stesso vale ovviamente per la ragazza a cui direi: "se ti approcciano solo *******i, evidentemente non è più il caso di fare la bella statuina. Alza quel **** e datti da fare."
    Potrei averlo scritto io...anzi, mi sa che l'ho pure fatto, e più volte, come riguardo alla tipa da spiaggia, con tanto di stessa parte anatomica da sollevare, ma tu hai osservato che semplificavo troppo.

    Lascia un commento:


  • kennet
    ha risposto
    Re: Rifiuto

    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
    A questa fase, come del resto possiamo entrambi testimoniare, non ci si arriva nemmeno. In genere ti rimbalzano subito.
    Quasi sempre si e ci stava pure, è normale e fa parte del rischio, e comunque è assolutamente legittimo visto che ognuno/a può accogliere/rimbalzare chi vuole.
    Ricordo che dalle mie parti la prassi è sempre stata questa, se ti avvicinavi:
    -a 3m: occhiataccia
    -a 2m: ringhio minaccioso
    -a 1m: denuncia.
    Ma qui davvero c'è l'altro lato della medaglia: quando ti abitui ad una realtà del genere (dove se riuscivi ad avvicinarti e parlare con una ti sentivi come Indiana Jones trionfante all'uscita del Tempio Maledetto), anche senza saperlo stai facendo un tale super allenamento che quando incontri persone con una mentalità differente ti sembra davvero di volare con il vento in poppa.
    Ovviamente non mi sto riferendo al solo aspetto sessuale, se sei un cog(bip)ne e vai all'estero con l'idea di trom(bip)re facile o conosci ragazze straniere in patria, non è che cambi improvvissamente e trombi come un dannato passato il confine, sei solo un cog(bip)ne che è andato all'estero.
    No, io mi sto riferendo al relazionarsi in generale, davvero altrove è maledettamente più bello e semplice anche fare due parole.
    E non sono così convinto che il cambiamento sarebbe stato percepito così bene dalle mie coetanee. O perlomeno: sul breve termine probabilmente si, una pausa dalle a volte asfissianti avances degli italiani potrebbe anche essere stata piacevole, ma sul lungo termine ho idea che avrebbero rimpianto la patria (o peggio avrebbero dovuto considerare la possibiità di avvicinarsi loro!!).

    Lascia un commento:


  • kennet
    ha risposto
    Re: Rifiuto

    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
    Il pregiudizio è spesso più forte di qualunque altra considerazione. Se non gli piace, non lo considererà nemmeno e penserà: "Ma tutti a me mi capitano?!"
    Si, ma questa se non altro si lamenta (e già qui secondo me non ci siamo) di quelli che le capitano, non è che se ne esce con un "non si avvicina mai nessuno". è già un passo avanti e anche notevole rispetto a quella precedente.
    Che poi non si avvicini nessuno di suo gradimento è un'altro problema (suo), se proprio la vive così male potrebbe provare a chiedersi se, in alternativa, per lei e per la sua autostima sarebbe preferibile non essere avvicinata proprio da nessuno; proprio nel senso di avere il vuoto pneumatico attorno.
    Boh, io ho grossi dubbi, immagino che essere avvicinate da tipi non desiderati e respingerli non sia esattamente uno spasso, ma significa che perlomeno qualcuno ti trova attraente e/o interessante e che c'è ancora la possibilità di scegliere.
    In un altro forum tempo fa leggevo di una signora (nemmeno così avanti negli anni) che invece essendosi accorta che questa possibilità era diminuita gradualmente ma consistentemente nel tempo, aveva descritto la nuova condizione come "Sindrome del Vetril", ovvero la sensazione di essere diventata trasparente agli sguardi.

    Lascia un commento:


  • kennet
    ha risposto
    Re: Rifiuto

    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
    (...)Allo stesso modo il poter scegliere quale approccio fare, secondo lo stesso schem1a può essere visto come un vantaggio, ma di fatto non lo è affatto per moltissimi ragazzi, che finiscono con l'incasinarsi o addirittura bloccarsi. Ma l'errore nell'approccio non è poi così diverso dell'errore dell'attesa quando viene perpetrato di fallimento in fallimento.
    Qui ti posso dare un parere personale, ma assolutamente da parte interessata: ribadisco che tentare, un vantaggio lo è sempre. Anche se sei un imbranato/a.
    Appunto lo dico da super-imbranato che ha accumulato una quantità di figuracce epiche proprio perchè mi bloccavo e mi impapinavo: è in ogni caso un vantaggio perchè ti può dare coraggio o perlomeno ti può aiutare a imparare cosa fare o cosa non fare o al peggio farti capire qual è il tuo problema o qual'è la via giusta o sbagliata. E' esattamente questo che mi è successo, se non avessi tentato anche solo quelle poche volte, non sarei mai riuscito a intravedere la soluzione del mio problema e la cosa sarebbe solo degenerata.
    Qualche volta (da presto-adolescente), avevo ingenuamente provato perfino una strategia più "femminile", della speranzosa attesa, magari condita da "segnali" che ovviamente a me sembravano inequivocabili.
    La lezione è stata abbastanza categorica: non funzionava per i motivi talmente ovvi di cui abbiamo parlato parecchio, a pensarci adesso viene da ridere perfino a me, strano solo aver dovuto sperimentare per capirli, ero proprio ingenuo.

    Lascia un commento:


  • kennet
    ha risposto
    Re: Rifiuto

    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
    Cliché appunto. Schemi mentali in cui sono rinchiuse e in cui dall'altra parte siamo chiusi anche noi. Gli schemi magari non sono gli stessi. Ma le gabbie comportamentali sono del tutto analoghe e fregano entrambi, maschi e femmine. La fregatura di queste gabbie si sviluppa in modo leggermente diverso, ma del tutto analogo.
    Meglio dire solo "analogo/analoghe" (senza il "del tutto"); in ogni caso, come ho scritto prima, c'è solo da capire se la storia delle gabbie mentali è una spiegazione o una giustificazione per certi comportamenti, perchè se si trattasse del secondo caso si rischierebbe solo di procurare comodi alibi agli/alle interessati/e; per dire, anche quelli che a tuo parere seminano misoginia in questo forum, chiunque siano, sicuramente si comporteranno così a causa di gabbie mentali; un ottimo modo per spiegare e comprenderne i comportamenti, ma assolutamente inaccettabile come giustificazione, perchè deresponsabilizzante .

    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
    Quello delle ragazze è solo un vantaggio di Pirro, perché secondo quello stesso schema mentale che le avvantaggia, di fatto non possono approfittarne e di fatto non ne approfittano rimanendo ad aspettare deluse, a meno di non uscire da quello schema.(...)
    Più che "delle ragazze", come se fosse un problema di tutte, credo sia molto più corretto dire "di alcune ragazze", tipo quelle da caso patologico che ipotizzavi. Loro in effetti hanno il problema...di non avere proprio il problema, insomma di essere praticamente invisibili, di non parteciparci proprio ad alcun tipo di relazionamento.
    Ma la gran parte credo proprio che lo sappia benissimo di avere questo piccolo vantaggio e che giustamente ne approfitti, con +/- profitto. Lo hanno pure scritto più volte e anche senza troppi fronzoli su questo forum, se poi a volte il vantaggio non si concretizza, amen, può capitare, andrà meglio la prossima!

    Lascia un commento:

Sto operando...
X
gtag('config', 'UA-35946721-1');