annuncio

Comprimi

Regolamento

I PRINCIPI

Il forum di Sanihelp.it è un punto di incontro e confronto, un forum libero, privo di ogni censura preventiva. Questo forum è una comunità di aiuto e supporto reciproco in cui ognuno contribuisce cercando di essere d'aiuto e portando il proprio punto di vista riguardo i diversi temi trattati.

Nel forum ciascuno è libero di esprimere la sua opinione, mantenendo però un atteggiamento di educato rispetto nei confronti delle idee diverse. Il forum è uno spazio civile e gradevole: gli utenti non devono essere intolleranti e aggressivi, ma propositivi e disponibili, moderando il proprio linguaggio e consentendo così di ridurre al minimo l'attività di moderazione.

Lo staff di Sanihelp.it si riserva il diritto di eliminare l'iscrizione al forum, di cancellare discussioni e messaggi senza alcun preavviso.


GLI UTENTI
Gli utenti sono suddivisi in quattro categorie.

- Amministratore:
gestisce il forum in tutte le sue parti, appartiene allo staff di sanihelp.it
- Moderatore:
è un utente che ha il compito di agevolare la vita all'interno del forum, è un punto di riferimento e un valido aiuto per tutti gli utenti.
- Sani All:
gli utenti del forum.
- Utenti Bannati:
un utente bannato può accedere al forum ma non parteciparvi. Si è bannati se non si rispetta il regolamento, il ban può essere imposto per un periodo di tempo limitato o per sempre. Nei casi più gravi può essere bannato anche l'indirizzo IP.

Utenti e reputazione
Ogni 365 giorni di permanenza sul forum si guadagnano 10 punti.
Ogni 10.000 messaggi e 1.000 punti reputazione si guadagna un punto di potenza nell'assegnazione della reputazione ad altri utenti.
Un utente per poter assegnare reputazione deve avere almeno 15 punti e aver scritto 30 messaggi.
In 24 ore si possono assegnare solo 20 punti.
Prima di poter assegnare la reputazione allo stesso utente è necessario assegnarla a 15 utenti differenti.
Reputazione e i commenti non sono anonimi

NICKNAME e FIRMA
Dato l'alto numero di utenti iscritti al forum, tutti i nomi più comuni sono già presenti.
Consigliamo di scegliere un nome particolare che contenga dei numeri e che non contenga trattini, simboli o caratteri speciali.
Per tutelare la privacy personale suggeriamo inoltre di non utilizzare nome e cognome completi all'interno del nickname.

Il nickname e la firma non devono contenere testi offensivi o provocatori, non è inoltre possibile utilizzare come nickname un nome attribuibile a una professione medica se non si è un professionista collaboratore della redazione di Sanihelp.it (es: psicologo, dottore, urologo).
Se si desidera cambiare il nickname è possibile farlo inviando un messaggio privato all'amministrazione (Evoh).

La frase è modificabile autonomamente dal pannello di controllo personale.
Nel caso in cui venga inserito un contenuto non idoneo i moderatori provvederanno ad avvisare l'utente con un messaggio personale.
Se dopo la richiesta di modifica la frase resta invariata, i moderatori sono autorizzati a cancellarla.
Se si dovessero inserire nuovamente contenuti offensivi nella frase, verrà assegnato un ban di almeno 3 giorni.


LEGGI DELLO STATO E INTERNET

Per non incorrere in spiacevoli conseguenze, ricordiamo agli utenti che su questo forum vigono tutte le leggi dello Stato italiano.
Ogni utente è responsabile dei contenuti che pubblica e tutti, utenti, moderatori e amministratori, possono rivolgersi alla Polizia per far rispettare la legge o per tutelarsi.
Tafferugli verbali, consigli e provocazioni non sono considerati reati, i reati sono cose ben più gravi che la coscienza di ciascuno riesce facilmente a identificare.
Vi ricordiamo inoltre che, come cita la locuzione latina: Verba volant, scripta manent.


REGOLE GENERALI

1. Non è permesso pubblicare:
- indirizzi email
- numeri telefonici
- il contenuto di email private e messaggi privati (MP) anche se si è in possesso dell'autorizzazione del mittente
- pubblicare messaggi pubblicitari o link

2. I moderatori hanno il compito di animare e moderare le discussioni e di controllare che nessuno violi il regolamento del forum.
I moderatori potranno ammonire, avvertire, bannare gli utenti che non rispetteranno il regolamento ed editare, spostare, chiudere e cancellare una discussione o un post.

3. Chiunque abbia un comportamento in contrasto con il regolamento del forum potrà veder cancellati i propri interventi ed essere bannato da esso, fino all'esclusione permanente nei casi più gravi. L'esclusione permanente è da intendersi estesa anche a eventuali alias.

4. Gli argomenti dei post inseriti in una discussione devono essere inerenti al tema deciso dall'autore delle discussione. I moderatori possono cancellare o spostare in un altro forum gli interventi che saranno giudicati fuori tema (OT).

5. Un utente che si ritenga ingiustamente sanzionato ha facoltà di chiedere chiarimenti via messaggio privato o email. Nel caso questo non avvenga e vengano creati post e discussioni polemiche, saranno cancellate.

6. Il moderatore NON cancella o corregge discussioni o post su richiesta.

7. Saranno bannati gli utenti promotori di pedofilia e violenza e chiunque faccia apologia di reato. Varrà bannato inoltre chi diffonde dati e informazioni strettamente personali di un'altro utente senza il suo consenso.

8. Sono da escludere gli avatar che rientrino nelle limitazioni del regolamento e con esplicite immagini pornografiche o di anatomia intima.

9. L'autore del post è pienamente responsabile per i contenuti riportati: diffamazioni o violazioni di copyright.

10. Non è possibile per gli utenti effettuare pubblicità all’interno del forum. I post contenenti messaggi pubblicitari verranno cancellati e segnalati come Spam.

11. L'autore di ogni post ha la possibilità di editarlo entro 10 minuti dall'invio. Verificate attentamente i vostri messaggi; passato il termine non sono più modificabili, questo al fine di garantire una coerenza con lo sviluppo degli argomenti.

12. Prima di aprire una discussione in un forum è bene assicurarsi che l'argomento non sia trattato in altre discussioni attualmente attive. Nel caso siano aperte discussioni doppie i moderatori possono decidere di chiuderle e indirizzare gli utenti a quelle già esistenti.

13. Il forum non è una chat, quindi gli utenti non devono intraprendere lunghi botta e risposta con un altro utente, soprattutto se si tratta di questioni personali. Per le conversazioni private devono essere usati i mp o, nel caso di chiacchiere di gruppo, l’apposita sezione “4 chiacchiere”.


COME SCRIVERE SUL FORUM

Il titolo
Il titolo della discussione contiene il tema del messaggio. Deve essere sintetico ma non generico e soprattutto deve essere scritto in italiano corretto, senza abbreviazioni, lettere ripetute o maiuscole dove non necessarie.
Sono da evitare titoli come “Richiesta d’aiuto” o “Problema”.

esempio Titolo:
Cerco ortopedico - piede rotto (giusto)
AAAAAAAAAAAAIIIIIIII IIIUUUUUUUUUUUTTo! (sbagliato)

L'autore del primo post della discussione da l'indirizzo tematico della discussione.
Più il titolo sarà pertinente più la discussione sarà letta da tutti gli utenti del forum.
I moderatori potranno a loro discrezione modificare i titoli ritenuti non idonei.

Il contenuto delle discussioni
Aprire una nuova discussione significa voler condividere con gli altri utenti un problema di salute, chiedere un consiglio o confrontarsi su di un'idea o un'argomento.
Se un utente apre un thread solo per propagandare un'idea, sarà invitato al confronto. Se dopo un primo invito il post non sarà aperto anche alle opinioni degli altri utenti, i moderatori chiuderanno la discussione.

Il contenuto dei post

Gli utenti sono invitati a non scrivere in maiuscolo dove non necessario, poiché il maiuscolo indica che si sta urlando.
All'interno dei messaggi possono essere inserite le Emoticons. Il loro impiego nei topic è affidato al buon senso degli utenti, è consigliabile tuttavia non eccedere nel loro utilizzo.
Il linguaggio all'interno dei post deve essere cortese e rispettoso delle diverse opinioni degli altri utenti.
Nel caso in cui un post contenga linguaggio non adatto alla sezione in cui è contenuto o abbia un contenuto volutamente provocatorio, (atto a far degenerare la discussione o far arrabbiare un utente) i moderatori provvederanno a modificarlo e avvertire l'utente.
Nel caso in cui l'utente persista nel mantenere un linguaggio offensivo o aggressivo dopo il primo avvertimento, riceverà un ban di almeno 3 giorni. Se questo comportamento continuasse anche allo scadere del ban, i moderatori decideranno se bannare nuovamente l'utente in maniera definitiva.
Chi schernisce pubblicamente gli utenti che chiedono aiuto o mette in dubbio la realtà dell'utente e/o della situazione descritta riceverà un'infrazione e in caso avvenga nuovamente un ban fino a 2 giorni.

Citazioni e aforismi
Se si riportano stralci di libri o articoli, citazioni o aforismi all'interno delle discussioni è sempre bene riportare l'autore.
Non è possibile aprire discussioni contenenti esclusivamente citazioni e aforismi, salvo previa autorizzazione via messaggio privato della moderazione.

Sondaggi

Gli utenti dovrebbero evitare di realizzare discussioni di sondaggio: per realizzare un sondaggio chiedere al moderatore della sezione di aprire un thread apposito. Quando si crea un sondaggio è bene motivare chiaramente i quesiti, in modo che non possano essere scambiate per pure provocazioni o scherzi.

Funzione Quote
Quotare un messaggio significa citarlo riportandone una parte. Quotare implica ripetere cose che probabilmente gli altri utenti hanno già letto, va fatto solo quando strettamente necessario. Non è necessario quotare interamente il post precedente al proprio se si intende commentarne solo una frase: è bene mantenere la frase in questione e cancellare il resto.

Come aprire una nuova sezione (forum o sub forum)
Per aprire una nuova sezione o un nuovo forum si deve proporre l'argomento all'amministratore e impegnarsi per farlo crescere.
Per proporre una sezione o un forum è necessario che ci siano almeno due utenti interessati e disposti ad animare e moderare la sezione.
Vedi: Come diventare moderatore?


I MODERATORI e L'AUTO-MODERAZIONE

La base su cui si fonda questo forum è l'auto-moderazione, ogni utente è quindi tenuto a rispettare e fare rispettare il regolamento del forum.
I moderatori sono solo un aiuto in più in caso di bisogno.

Come ci comporta con le violazione ai principi di questo forum e del regolamento?
1. si abbandona la discussione evitando di intervenire.
2. si segnala l'abuso con l'apposito strumento (triangolo con punto esclamativo)
3. la segnalazione appare nella sezione dedicata (visibile pubblicamente)
4. i moderatori leggono la segnalazione, rispondono spiegando come intendono agire e si comportano di conseguenza
5. una volta che il moderatore ha risposto non è possibile ribattere se non tramite messaggio privato.

Nel caso vi sia un utente particolarmente molesto, è possibile non visualizzare i suoi post inserendolo tra i propri utenti indesiderati.

In caso si voglia chiarire una particolare situazione con un utente o un moderatore si comunica con l’interessato tramite messaggio privato, NON attraverso discussioni pubbliche.

In caso di infrazioni al regolamento da parte dei moderatori, è possibile sollevare il problema con il moderatore stesso via messaggio privato. In caso non si giunga a una conclusione civile e si ritenga necessario segnalare il problema, è possibile contattare l'amministratore. (Evoh)
NON è possibile discutere pubblicamente delle dinamiche di moderazione del forum. Le discussioni pubbliche verranno eliminate.

ATTENZIONE:
1 - Lo strumento segnalazioni serve a porre in evidenza gravi infrazioni al regolamento
2 - Un messaggio OT non è considerabile una grave infrazione
3 - Non è concesso utilizzare le segnalazioni per provocare altri utenti, innescare polemiche o flames e infastidire intenzionalmente la moderazione.
4 - Le risposte non sono sindacabili pubblicamente. Se non si è d'accordo è possibile comunicare via mp con il moderatore che ha risposto alla segnalazione. Segnalazioni di segnalazioni o di ammonimenti non riceveranno risposta e saranno cancellate.

Non è possibile segnalare i MP. In caso di gravi attacchi personali effettuati tramite messaggio privato gli utenti possono scrivere direttamente all'amministratore del forum.

Chiunque utilizzi impropriamente lo strumento di segnalazione (come da punto 3) riceverà un primo avvertimento e, nel caso in cui dovesse continuare, potrà ricevere un ban della durata massima di 3 giorni.

Come diventare moderatore?
Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

Il compito dei moderatori è:
- animare le discussioni
- facilitare lo scambio di opinioni tutelando la pluralità dei punti di vista
- accogliere i nuovi arrivati
- far rispettare il regolamento

I moderatori:
- rispettano il regolamento (che vale per i moderatori esattamente come per gli utenti)
- sono liberi di esprimersi nei forum seguendo le stesse linee guida degli utenti (post cordiali, non aggressivi, no flames, no attacchi personali, non mettono in dubbio identità o realtà di un utente, ecc)
- NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum (solo gli utenti possono segnalare)
- possono moderare solo le sezioni loro assegnate



PRINCIPI E LINEE GUIDA DEL MODERATORE

Il caposaldo del regolamento è l'auto-moderazione.
L'intervento dei moderatori deve essere quindi, in ordine di priorità:

- Animare: aprire discussioni, accogliere i nuovi, facilitare lo scambio di opinioni (consentendo a tutti di esprimersi) e aiutare gli utenti a districarsi fra le regole del forum e gli strumenti (fratello maggiore)
- Mantenere la rotta: il moderatore deve far si che le discussioni siano sempre on topic, è lecito chiuderle se si esce fuori tema.
- Moderare: (... e far moderare) i toni
- Mantenere la forma: è importante come si scrive, come si fa un titolo, come si imposta una domanda.

I moderatori di sezione lavorano in squadra e tutte le decisioni devono essere condivise, tutte le discussioni tecniche o inerenti la moderazioni devono avvenire via MP o nella sezione del forum privata e dedicata esclusivamente ai moderatori. Il moderatore non deve mai discuterne pubblicamente.

Il moderatore deve animare e pacificare, quindi non deve essere MAI causare volontariamente problemi e dissidi con gli altri moderatori.
Nel caso in cui un moderatore attacchi pubblicamente un altro moderatore per il suo operato, sarà sospeso per una settimana.
Nel caso in cui un moderatore violi il regolamento e/o agisca contro l'interesse del forum e della moderazione, gli altri moderatori possono segnalarlo nel forum moderatori.
Alla terza segnalazione l'amministrazione risponderà entro 5 giorni alla segnalazione e potrà agire con un richiamo formale, con un ban o con la rimozione dall'incarico.

I moderatori dato l'importante ruolo che ricoprono per la comunità del forum devono essere:
- tolleranti
- disponibili
- leali
- imparziali
- punto di riferimento per gli utenti
- da esempio

Per essere un moderatore è necessario innanzitutto condividere a pieno il regolamento del forum e aderire ai principi e linee guida del moderatore.
Per diventare moderatore si deve inoltrare una richiesta all'amministratore tramite messaggio privato, tale richiesta deve essere circostanziata a una sezione o a un forum in particolare e motivata.
La richiesta di diventare moderatore sarà valutata dall'amministrazione in base alla necessità del forum.
La moderazione è un lavoro di squadra. Il moderatore o i moderatori della sezione che si desidera moderare devono accettare la proposta.

I moderatori devono rispettare il regolamento e sono liberi di esprimersi nei forum, ma NON possono segnalare messaggi in NESSUN forum e devono moderare solo le sezioni loro assegnate.
Solo gli utenti possono segnalare, se un moderatore riscontra violazioni nella sezione di sua competenza non segnala ma agisce.
In caso un moderatore noti situazioni particolari in una sezione di un altro moderatore, deve limitarsi a segnalarla tramite messaggio privato.

Se un moderatore dovesse mancare dal forum per più di un mese senza aver comunicato la sua assenza in precedenza, verrà rimosso dal suo incarico.

Regolamento segnalazioni e ban
La sezione dove saranno postate le segnalazioni sarà leggibile a tutti.
Solo i moderatori potranno scrivere in risposta alla segnalazioni
Alla segnalazione di un utente risponde il moderatore della sezione interessato scrivendo come intende agire e motivando proprie decisioni. (può anche decidere di non fare nulla, ma va scritto!)
Nel caso si decidesse di bannare l'utente, verrà scritto direttamente in risposta alla segnalazione e sarà visibile a tutti.
Non saranno poi concesse repliche in risposta al moderatore. Se ci saranno domande/dubbi/problemi andranno gestiti tramite i mp.

Nel caso che la decisione di bannare l’utente derivi non da una segnalazione ma da un ragionamento fatto con altri moderatori, il moderatore deve notificare il ban con un post nel forum moderatori.
Quando si banna un utente è OBBLIGATORIO segnalare la motivazione.



CANCELLAZIONE
Se si desidera cancellare la propria utenza dal forum, è sufficiente inviare un messaggio privato all'amministratore del forum (attualmente Evoh) E una a mail a [email protected] utilizzando la mail d'iscrizione al forum e indicando il proprio nick e la volontà di essere cancellati.
Visualizza altro
Visualizza di meno

Rifiuto

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Re: Rifiuto

    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
    Non tutte. Le donne carine ed estroverse. Le altre nemmeno le noti.
    No no, tutte, almeno in linea di principio.

    Commenta


    • Re: Rifiuto

      Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
      Perderesti la scommessa.
      Mi sa che invece la vincerebbe a man bassa... e mi dispiace dirlo

      Commenta


      • Re: Rifiuto

        Verissimo!
        A forza di super tutelare le donne, anche linguisticamente (Sindaca!), siamo arrivati al sessismo anti maschilista; giorni fa leggevo di un uomo che ha fatto ricorso perché non assunto in quanto maschio, al suo posto è stata preferita una lavoratrice in quanto donna.
        Great minds discuss ideas, average minds discuss events, small minds discuss people. (Eleaonor Roosevelt)

        Commenta


        • Re: Rifiuto

          Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
          Perderesti la scommessa.
          Io invece sono sicuro di averla già vinta ancor prima di farla e provo a spiegarti il perchè. Prima di tutto è però necessario sottolineare che tutto quello che scrivo è ovviamente riferito alla mia generazione.

          Come hai scritto è vero che ci sono molti tipi di "pregiudizi", come li hai chiamati tu, che danneggiano una parte, l'altra o entrambe e ovviamente non è mia intenzione azzardare il bilancio totale; ma sui singoli temi direi che le cose possono essere molto più semplici.

          In questo caso io mi riferivo in particolare a due considerazioni/pregiudizi: la prima è che in Italia i ragazzi timidi e/o riservati tendenzialmente non piacciono, il secondo è che in fatto di primo approccio, in Italia per mentalità è una cosa che tipicamente è (o di sicuro lo era per le generazioni più "stagionate") considerata prerogativa maschile.

          Della prima considerazione sono abbastanza sicuro: nel nostro paese il modello caratteriale maschile considerato più attraente è quello tendenzialmente aggressivo (in senso buono), esuberante e magari un pizzico arrogante e spavaldo. E chiariamo: in questo non c'è niente di sbagliato, ma non penso che ci siano dubbi che in un contesto simile essere maschio timido/riservato è un grosso svantaggio o che altrove sia differente.
          Qui in Brasile per esempio non è così, in una società già stressata da violenza quotidiana e machismo ancora molto diffuso, una apparenza timida e tranquilla è come un'insegna ai led a lato di una strada buia.

          Commenta


          • Re: Rifiuto

            Sulla seconda considerazione sono ancora più sicuro, le mie esperienze italiane confrontate con quelle estere non possono essere un caso o semplice fortuna come qualcuno/a ha cercato di farmi credere e se questo non bastasse, anche su questo forum molte utenti hanno più volte ammesso che è così spesso sottolineando che, essendo che a loro così stava benissimo, non vedevano motivi per cambiare lo status quo e che quindi il problema era solo dei timidi (cosa forse dura da digerire se stai dalla parte sbagliata ma sicuramente vera, sincera e super-legittima).

            Tanto per citare i casi più recenti, ricordo una ragazza di 25 anni che non molto tempo fa si rammaricava di aver avuto "solo" 7-8 approcci, inoltre l'utente barattolina a me è sembrato che sia su questa linea e infine, prendo in prestito da un'altra discussione l'esperienza di lonelyheart:
            (...)Oppure quella ragazza dell'ombrellone accanto, che come anno scorso vedo che ogni tanto mi guarda di sottecchi, ma ovvio che io col mio carattere non le dico nulla, lei neppure e anche stavolta un giorno ho sentito parte di una conversazione con la sua amica ( simile a una già sentita anno scorso ) dove diceva tipo "... non posso andare io, deve essere lui a venire da me..." ( la ragazza in questione ha 36 anni eh, quindi non è una ragazzina timida, evidentemente però son più spavalde le giovani mentre le trentenni sono abituate al vecchio giuoco delle parti dove è l'uomo che deve provarci, forse )
            Ora, non voglio forzare a mio favore l'interpretazione del significato di questa esperienza, essendo poi lonely un uomo si potrebbe obiettare che si tratti di un testimone "di parte", ma quello che ritengo significativo è la, anzi le risposte di Giovy che rispondendo a questo aneddotto scriveva questo:

            Commenta


            • Re: Rifiuto

              è che prendere una sola a 36 anni è dura da digerire.....potrest i sembrare vecchia e allora non ti muovi!!!

              "vorrei ma non posso" ....tutta la vita , e mai!!!!!!!!!!!
              Quindi non ha negato, ha cercato giustamente di spiegare il perchè ma apparentemente confermando che le cose stanno in effetti così.
              La "ragazza" in questione poi è della mia stessa generazione (anche qui: chissà perchè è prassi comunemente accettata che una a 36 anni possa essere chiamata "ragazza" mentre se si prova a definire "ragazzo" un coetaneo maschio inizia un diluvio di accuse di immaturità) e ha fatto esattamente quello che mi sarei aspettato, che ho sempre sentito dire e che ho sempre visto fare alle mie +/- coetanee.

              Commenta


              • Re: Rifiuto

                Originariamente inviato da kennet Visualizza il messaggio
                Quindi non ha negato, ha cercato giustamente di spiegare il perchè ma apparentemente confermando che le cose stanno in effetti così.
                La "ragazza" in questione poi è della mia stessa generazione (anche qui: chissà perchè è prassi comunemente accettata che una a 36 anni possa essere chiamata "ragazza" mentre se si prova a definire "ragazzo" un coetaneo maschio inizia un diluvio di accuse di immaturità) e ha fatto esattamente quello che mi sarei aspettato, che ho sempre sentito dire e che ho sempre visto fare alle mie +/- coetanee.
                Tu racconti la tua esperienza e ovviamente non la discuto, perché è il tuo punto di vista ed è certamente condiviso della gran parte della popolazione maschile in Italia. Secondo me quello ce non puoi conoscere è l'esperienza omologa dal punto di vista femminile, omologa non uguale.
                Citare Giovy non serve, perché Giovy è carina per questo ha un approccio all'altro sesso che si adatta meglio alla cultura dominante in Italia, che è appunto quella che hai descritto nella tua esperienza. Anche fosse timida non cambierebbe, sarebbero comunque i ragazzi a provarci.

                Non puoi però sapere cosa accade ad una ragazza, magari bruttina o che comunque si sente del tutto inadeguata, che è un po' anche il punto di partenza dei problemi di approccio maschili. Sì, facendo forza su se stessa può lasciare intendere di essere disponibile e a quel punto potrebbe anche ricevere delle avance, ma sostanzialmente avrebbero come obiettivo la sc_opata facile.

                La sco_pata facile può anche essere un interesse comune tra un ragazzo e una ragazza, se la ragazza ha una certa sicurezza. Ma tipicamente non lo è per una ragazza che sente con questo di essere semplicemente usata e non intravede alcuna speranza di essere presa sul serio. E' come se le si dicesse: "sei un cesso e non sei manco simpatica, ma siccome ho le ***** da svuotare tu faccio il favore di scoparti... sempre non rompi troppo i cogl_ioni". Questo è quello che sente.

                Commenta


                • Re: Rifiuto

                  Dal punto di vista maschile tu dici: "vabbé, ma almeno sco_pa, mentre il ragazzo timido nemmeno riesce a fare quello". Ma non capisci che quello per lei non è affatto importante. Lo sarà più avanti, ma non in quel momento. Non è interessata al sesso, ma ad avere una relazione. Tu le puoi dire di cominciare con quello e che il resto verrà... e a volte può anche funzionare, ma per molte non è così, perché fare sesso in quel mono le fa sentire ancora più da buttare via e addirittura peggiora la loro situazione relazionale. E questa è solo una mia considerazione. La verità è che nemmeno io so in quanti e quali modi una ragazza si possa sentire.

                  In definitiva, le tue considerazioni non sono sbagliate. Sono semplicemente incomplete. Conosciamo solo una metà della verità, l'altra parte ce la possiamo immaginare vagamente. Ma non la conosciamo e non possiamo darne una dimensione. Tu sei certo che i pregiudizi in Italia danneggino più i ragazzi che le ragazze. Secondo me non lo puoi affatto sapere.

                  Commenta


                  • Re: Rifiuto

                    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
                    ...Tu sei certo che i pregiudizi in Italia danneggino più i ragazzi che le ragazze. Secondo me non lo puoi affatto sapere.
                    Se si fa riferimento ai pregiudizi che ho citato, penso invece di poterlo sapere, perché non serve entrare nella mente femminile, basta guardare la realtà quotidiana, in ogni caso mi sa che stiamo parlando di argomenti/pregiudizi differenti.

                    Io mi sono limitato ad analizzare due presupposti/pregiudizi estremamente pratici:
                    -In italia i ragazzi timidi tendenzialmente non piacciono troppo.
                    -In italia le ragazze tendenzialmente non si avvicinano per prime dal momento che è considerato quasi un dovere naturale dell'uomo.
                    E mi sono fermato qui.
                    Che questi due pregiudizi danneggino maggiormente i maschietti secondo me è abbastanza palese, anche a parità di condizioni estetico-caratteriali, mettiamo per esempio che anche una ragazza sia timida, tu stesso scrivi:
                    Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
                    (...)Citare Giovy non serve, perché Giovy è carina per questo ha un approccio all'altro sesso che si adatta meglio alla cultura dominante in Italia, che è appunto quella che hai descritto nella tua esperienza. Anche fosse timida non cambierebbe, sarebbero comunque i ragazzi a provarci.(...)
                    Infatti. Prendi pure un ragazzo e una ragazza ugualmente carini e timidi, lei di sicuro attirerà molti più maschi che il ragazzo femmine.

                    Commenta


                    • Re: Rifiuto

                      Come detto, io mi sono fermato a quelle considerazioni, tu invece hai approfondito introducendo un terzo e forse anche un quarto pregiudizio, ovvero:
                      -alle italiane in generale e a quelle insicure in particolare, non piace il sesso occasionale o fine a se stesso
                      -gli approcci dei maschi italiani sono in massima parte indirizzati al sesso occasionale, fine a se stesso e meglio senza complicazioni pre e post.

                      Si può anche discutere se siano affermazioni in maggioranza vere oppure no e se svantaggino in effetti più le ragazze, può anche essere, ma non è quello di cui stavo parlando io.

                      Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
                      (...)Dal punto di vista maschile tu dici: "vabbé, ma almeno sco_pa, mentre il ragazzo timido nemmeno riesce a fare quello".(...)
                      E invece no, pur non essendo di per sè una considerazione sbagliata, dal punto di vista maschile (e di timido) io dico: "vabbè, ma almeno lei è stata approcciata e potrà scegliere se sc(bip)are o tentare di farsi semplicemente una chiacchierata, se poi al tipo di parlare non interessa proprio nulla, amen, lui si allontanerà in cerca di altri obbiettivi e lei potrà aspettare il prossimo, ma perlomeno una piccola possibilità lei l'ha avuta".

                      Se noti infatti, nel racconto delle mie esperienze non ho mai citato la finalità dell'approccio, non ho idea se quelle ragazze volessero sc(bip)armi o solo fare quattro chiacchiere (da quelle parti sembra che non sia così strano neanche avvicinarsi solo per la seconda opzione), ma posso dire che ero talmente abituato alla realtà italica mi ha fatto estremo piacere che sia andata sempre e solo nella seconda maniera.

                      Commenta


                      • Re: Rifiuto

                        Originariamente inviato da kennet Visualizza il messaggio
                        ... ma perlomeno una piccola possibilità lei l'ha avuta".
                        No, non dal suo punto di vista. Tu continui a ragionare solo con il tuo metro di giudizio. Dal suo punto di vista non ha avuto alcuna vera opportunità, solo la prova che è non vale nulla, che è solo un buco da riempire, cosa che diminuirà la sua autostima.

                        Commenta


                        • Re: Rifiuto

                          Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
                          No, non dal suo punto di vista. Tu continui a ragionare solo con il tuo metro di giudizio. Dal suo punto di vista non ha avuto alcuna vera opportunità, solo la prova che è non vale nulla, che è solo un buco da riempire, cosa che diminuirà la sua autostima.
                          La possibilità l'ha avuta eccome, è un dato oggettivo, che poi non l'abbia saputa sfruttare, oppure che ci abbia provato fallendo è un altro paio di maniche e senza dubbio sono consapevolezze che possono dare notevoli picconate all'autostima.

                          Ma questo, come già scritto, ha poco a vedere con i temi che stavo trattando, sono sicuramente tematiche importanti, ma differenti.

                          Commenta


                          • Re: Rifiuto

                            Originariamente inviato da kennet Visualizza il messaggio
                            La possibilità l'ha avuta eccome, è un dato oggettivo, che poi non l'abbia saputa sfruttare, oppure che ci abbia provato fallendo è un altro paio di maniche e senza dubbio sono consapevolezze che possono dare notevoli picconate all'autostima.

                            Ma questo, come già scritto, ha poco a vedere con i temi che stavo trattando, sono sicuramente tematiche importanti, ma differenti.
                            Solo apparentemente differenti, sono in realtà omologhe ovvero rappresentano lo stesso identico problema visto da due angolature differenti. Di fatto rappresentano la stessa difficoltà e non puoi dire che, nel caso che ho descritto, la ragazza la possibilità l'ha avuta, perché non aveva modo di rendersene conto, per via di quella gabbia mentale in cui è stata chiusa dal pregiudizio. Ed è la stessa gabbia mentale in cui è chiuso il ragazzo, in una situazione analoga. Anche di lui si potrebbe dire che ha mille opportunità, ma anche lui non è in grado di accorgersene.
                            Le due problematiche possono sembrare diverse, ma non lo sono affatto e sono alla fine generate dagli stessi pregiudizi.

                            Commenta


                            • Re: Rifiuto

                              Originariamente inviato da zar2086 Visualizza il messaggio
                              Solo apparentemente differenti, sono in realtà omologhe ovvero rappresentano lo stesso identico problema visto da due angolature differenti. Di fatto rappresentano la stessa difficoltà (...)
                              (...)Le due problematiche possono sembrare diverse, ma non lo sono affatto e sono alla fine generate dagli stessi pregiudizi.
                              Stesso problema, stessa difficoltà e stessa origine?
                              A scanso di equivoci è meglio riscrivere i pregiudizi/convenzioni sociali ai quali mi sono riferito fin dall'inizio:
                              -In italia i ragazzi timidi tendenzialmente non piacciono troppo.
                              -In italia le ragazze tendenzialmente non si avvicinano per prime dal momento che è considerato quasi un dovere naturale dell'uomo.
                              Considerazione finale: in base alle due affermazioni sopra, e se si parla esclusivamente di primo approccio (nel senso di effettuarlo) essere maschi e timidi in Italia è sicuramente la condizione peggiore.

                              Quindi, la tua ragazza ha:
                              -lo stesso problema? No, il suo è causato, o meglio: originato, da un approccio ricevuto, nulla a che fare con quelli che ho citato io.
                              -Stessa difficoltà? Difficile dirlo, appunto perchè si tratta di un problema differente da quello di un ragazzo che fatica ad approcciare e/o che non riceve mai approcci femminili.
                              -Stessa origine? Forse alla lontana, se si assume che un po' tutti i problemi citati sono infine legati alla cultura e alla società anche se nel tuo esempio però c'è una forte componente problematica autoindotta (ipotetica).

                              Commenta


                              • Re: Rifiuto

                                Avresti potuto avere argomenti pertinenti se per esempio obiettavi riguardo alle problematiche femminili nell'effettuare un approccio diretto, e per "diretto" intendo proprio come fecero quelle ragazze svedesi con me, allora si che si sarebbe trattato dello stesso problema visto da due punti di vista differenti.
                                In scandinavia, vista la loro cultura, probabilmente un confronto simile è possibile, visto che entrambi i sessi hanno comportamenti e un grado di iniziativa comparabili, ma in italia proprio non si può nemmeno fare il confronto dal momento che approcciare è (o era) un compito delegato solo ad una parte.

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X
                                gtag('config', 'UA-35946721-1');